Relazioni internazionali

Print Friendly

Il Manin da sempre riconosce un grande valore formativo all’educazione interculturale la quale si basa non solo sullo studio delle lingue straniere e sugli stage linguistici presenti nel curricolo ordinario, ma anche sullo scambio delle esperienze di giovani che, trasferendosi all’estero o provenendo da varie parti del mondo, vogliono condividere le loro conoscenze scolastiche ed extrascolastiche con le comunità ospitanti.

Oltre alle visite guidate, ai viaggi di istruzione ed agli stages linguistici di classe, da alcuni anni il Liceo promuove la mobilità individuale dei suoi studenti all’estero e nel contempo accoglie per la durata di qualche mese o per l’intero anno scolastico, piccoli gruppi di studenti  “exchange-student” di provenienza diversificata, sia per paese di origine che per organizzazione di riferimento.

  •  Visite guidate, viaggi di istruzione e stages linguistici

Ogni anno i Consigli di Classe, nell’ambito dei propri obiettivi formativi e della propria programmazione didattica, propongono e curano la programmazione dei viaggi di istruzione, delle visite didattiche e degli stages linguistici. Si tratta di attività didattiche a tutti gli effetti e gli studenti che non intendono aderirvi sono tenuti alla frequenza in Istituto. Hanno di norma una durata non superiore ai due giorni per le classi del primo biennio, quattro giorni per le classi del secondo biennio, sei giorni per le classi del quinto anno e devono prevedere di norma la partecipazione di almeno il 75% degli studenti della classe.

Alle mete tradizionali quali la Grecia per il Liceo Classico, la Gran Bretagna, la Francia, la Germania e la Spagna per il Liceo Linguistico,  si aggiungono al piano annuale della mobilità di gruppo sempre nuove destinazioni. 

  • Mobilità studentesca internazionale individuale

Diversi studenti del Manin negli ultimi anni stanno scegliendo l’opzione formativa del “IV anno all’estero”. Si tratta di percorsi di mobilità internazionale individuale nei quali gli studenti frequentano le lezioni, inseriti nelle classi del paese ospitante, seguendo un percorso personalizzato, in sintonia con le richieste personali ed il loro corso di studi e, al termine dell’esperienza, una volta tornati nel paese d’origine e grazie agli stimoli ricevuti durante la loro permanenza lontano dal loro ambiente, potranno essere facilitati nella scelta della loro carriera futura, universitaria e non.

L’obiettivo degli studenti in mobilità internazionale è quello di conoscere culture diverse dalla propria, usando una lingua diversa dalla propria, condividendo  abitudini e stili di vita, in un  processo continuo di reciprocità, non solo con gli altri studenti, ma anche con il personale scolastico e con le famiglie con cui vengono a contatto; con il tempo sviluppano competenze di alto profilo che li rendono più sensibili alle tematiche universali e imparano ad interagire con consapevolezza riguardo alla propria identità culturale, imparando ad apprezzare il valore dell’altro e potenziando la propria personale coscienza critica.

Dopo alcuni anni di esperienza, a seguito del lavoro dei dipartimenti e dei consigli di classe, il liceo ha prodotto e tiene costantemente aggiornate le “Linee guida del Liceo Manin per la mobilità studentesca internazionale individuale”. Si tratta di indicazioni, fondate sulla normativa di riferimento, da completare progressivamente anche attraverso il confronto con gli allievi via via coinvolti in questi percorsi. In coerenza con le Linee Guida è stato predisposto, e viene utilizzato dai consigli delle classi quarte con studenti all’estero, il “Patto formativo del Liceo Manin (Learning Agreement) per la mobilità studentesca internazionale individuale” con l’intento di codificare con la massima chiarezza le prassi da adottare in questi casi sia dalla famiglia che dalla scuola e permettere agli studenti già nell’anno precedente alla partenza di avere indicazioni chiare ed essenziali sul lavoro di riallineamento a loro richiesto alla fine del periodo trascorso all’estero.

Questa operazione mira anche, secondo le priorità individuate dal RAV, a valorizzare le competenze chiave e di cittadinanza a ad inserire sistematicamente la loro valutazione all’interno delle prassi ordinarie dei Consigli di Classe.

Le linee guida contengono anche indicazioni per la mobilità internazionale individuale di breve periodo ed il protocollo di accoglienza degli studenti stranieri che scelgono di frequentare il IV anno in Italia, presso il nostro Liceo.

  • Scambi linguistici e culturali

Il Liceo Manin ha stipulato accordi di partenariato con diverse istituzioni scolastiche ed universitarie. Tali iniziative hanno lo scopo di potenziare le abilità linguistiche degli studenti e di promuovere i rapporti interculturali ed uno scambio fecondo tra docenti e istituzioni scolastiche di diversi paesi.

Gemellaggio Australia: ad anni alterni in Italia e in Australia viene realizzato uno scambio di ospitalità presso la famiglia di uno studente del North Lakes State College (Queensland, Australia) che comprende la frequenza di un programma di lezioni presso la scuola partner ed include visite guidate a città e luoghi di interesse storico e turistico. Lo scambiocoinvolge studenti di tutte le classi dell’Istituto sulla base del merito.

Gemellaggio Cina: ad anni alterni in Italia e in Cina viene realizzato uno scambio di ospitalità presso la Hangzhou Foreign Language School. Il programma, riservato agli studenti di lingua e cultura Cinese, comprende la frequenza di un programma di lezioni presso la scuola partner ed include visite guidate a città e luoghi di interesse storico e turistico.

Gemellaggio Cina: il progetto prevede che a gennaio, su base annuale, studenti dell’Università del Guandong siano ospitati presso famiglie di studenti del Manin e seguano un programma di lezioni presso  il Liceo. In settembre gli studenti del Manin soggiornano per un mese presso il campus dell’Università del Guangdong e seguono un corso di perfezionamento di lingua cinese assistiti dagli studenti loro ospiti. Si tratta di uno scambio in piccolo gruppo riservato studenti maggiorenni di lingua e cultura cinese selezionati sulla base del merito.

Gemellaggio Francia: il Manin ha anche realizzato un programma di scambio a classi intere con il Lycée Alain Borne, di Montelimar.

  • Iniziative di mobilità internazionale proposte da enti esterni

Oltre a tutte le iniziative di mobilità internazionale direttamente organizzate e gestite, il Liceo Manin offre agli allievi la possibilità di seguire attività integrative extracurricolari proposte da enti esterni, che includono il soggiorno all’estero per brevi periodi. Ciò accade allorché viene ravvisata l’utilità dell’esperienza ai fini dell’orientamento post-diploma e dell’arricchimento del portfolio delle competenze dei partecipanti.

Studenti ambasciatori alle Nazioni Unite: il percorso extracurricolare proposto da Italian Diplomatic Academy è finalizzato ad avvicinare i giovani alla realtà diplomatica nella sua complessità, a favorire l’orientamento verso carriere di respiro internazionale e ad incrementare competenze di mediazione utili nel mondo del lavoro. Consiste nello studio dei fondamenti di geopolitica e relazioni internazionali e nella partecipazione alla National High School Model ONU Conference in New York.